NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

AggiornamentiLe ultime notizie dallo IAL, una raccolta di link utili e le risposte alle domande più frequenti

Formazione in ambito agroalimentare. Firmato accordo tra IAL e FAI CISL per rafforzare gli interventi nel settore

 

Roma, 13 dicembre 2017. Siglato oggi protocollo tra IAL e FAI CISL. Una collaborazione finalizzata agli obiettivi comuni di crescita e qualificazione del lavoro nei settori agro-industriale-ambientale. La collaborazione, articolata a livello nazionale e territoriale, è orientata a rafforzare l'asse della qualificazione professionale nei vari comparti di competenza Fai. Tra i punti qualificanti, il miglioramento del sistema di formazione iniziale, lo sviluppo dell’offerta formativa continua da parte dei Fondi Interprofessionali, la promozione e realizzazione di percorsi di informazione e formazione dei lavoratori su salute e sicurezza, la valorizzazione di opportunità di formazione, aggiornamento e ricerca derivanti da Fondi Nazionali ed Europei, l’utilizzo di politiche attive e formative che promuovano occupabilità e occupazione di qualità, con particolare riferimento al Mezzogiorno. Il protocollo, che avrà durata triennale, viene definito da Luigi Sbarra, Segretario Generale della Fai, come "un importante passo avanti sul terreno dell'investimento in formazione, per stimolare aggiornamento e riqualificazione professionale in settori coinvolti in processi di grande trasformazione. ElemeAgroalimentare. nto essenziale per tutelare la qualità del lavoro e l'innovazione delle produzioni". "Questo accordo - aggiunge l'Amministratore Unico Ial Nazionale, Stefano Mastrovincenzo - rinsalda le possibilità di lavoro comune per innovare e qualificare il lavoro nella filiera agricola e agroalimentare, e ribadisce la centralità delle competenze e della formazione all’interno di un sistema di relazioni sindacali moderno. Come Ial faremo quanto nelle nostre possibilità per mettere al servizio dell’azione della Fai le professionalità, le competenze e le capacità progettuali della nostra rete di imprese sociali".

Accesso Utenti